Il punto della situazione 2

carbonaro in azione

Archiviato il primo turno di coppa Italia, dove le sorprese non sono mancate, c’è da segnalare che un po’ tutte le squadre stanno perfezionando i meccanismi. Destano scalpore le eliminazioni di Acireale, Igea Virtus, Modica e Scordia, mentre sono solo due le squadre che hanno vinto sia all’andata che al ritorno: il Paternò e il Giarre. Analizziamo partita per partita la coppa:

Siracusa – Rosolini 1-1

Suda più del previsto la corazzata Siracusa contro il Rosolini, sì è vero il risultato era stato acquisito all’andata, ma gli aretusei ci tenevano a far bella figura davanti al pubblico amico, ma così non è stato. Al gol di Errante, arriva il pareggio soltanto nel finale e su calcio di rigore… Il Siracusa è sì la favorita, ma i campionati si vincono sul campo!

Vittoria-Modica 4-4

Festival del gol al “Comunale” di Vittoria, dove nonostante il passaggio del turno sembrava più che una formalità, i vittoriesi hanno dovuto combattere la resistenza del coriaceo Modica, che per quasi tutto l’intero arco del match, ha avuto l’occasione di qualificarsi, per poi svanire nel finale. Insomma due squadre toste e mai dome.

Giarre-Taormina 1-0

Chi credeva che si sarebbe ripetuta la sagra del gol dell’andata, c’è rimasto male, il Taormina in settimana si è rinforzato, anche se urge di altre sistemazioni in difesa. Il Giarre già in forma e pronto a dare battaglia in campionato. Giarre già al top, per il Taormina c’è molto da lavorare. 

Igea Virtus-Castelbuonese 1-1

La matricola terribile, quella che farà soffrire in tanti: è questa la Castelbuonese, una squadra sconosciuta, ma non per questo più arrendevole di altre. Ne fa le spese l’Igea Virtus, che non è ancora al meglio e nonostante due pareggi, esce dalla coppa. Per il campionato siamo sicuro che ci sarà altra musica, ma per il momento Castelbuonese su e Igea Virtus giù.

 

Acireale-Viagrande 2-2

Mai sottovalutare gli avversari, i quali sia all’andata che al ritorno, impartiscono una lezione di calcio agli acesi. Viagrande sempre in vantaggio al “Tupparello” e con la qualificazione in mano, rischia davvero poco, concedendo solo nel finale il pareggio. Acireale presuntuoso e beffato, Viagrande tosto e concentrato.

Scordia-San Pio X 2-2

Già sulla carta era forse lo scontro più equilibrato del girone, un pareggio a Mascalucia, bissato da un altro a Scordia, con la San Pio che ha dimostrato di non essere così tanto ridimensionata rispetto all’anno scorso. Scordia stop improvviso ed inatteso, San Pio fiduciosa.

Città di Messina-Milazzo 2-2

C’era be poco da fare per i messinesi contro questo Milazzo, il quale aveva già chiuso il capitolo qualificazione in casa, ma l’orgoglioso dei messinesi è uscito fuori, imponendo così un pari che la dice lunga sulla qualità difensiva dei mamertini. Città di Messina giovani e grintosi, Milazzo un po’ troppo sicuro dei propri mezzi.

Misterbianco-Paternò 0-1

Il Paternò dimostra di essere una delle squadre più ciniche, colpendo chirurgicamente il Misterbianco, rischiando poco o nulla (se non un rigore inventato e sbagliato), sfiorando più volte un meritato raddoppio. Troppo superiori i rossazzurri per un Misterbianco mai arrendevole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...