Il punto della situazione (3° giornata)

Orefice e Sinatra foto Anicito
La prima vittoria per il Siracusa, la rimonta del Vittoria ai danni del Giarre e soprattutto l’imperterrita marcia dell’Igea Virtus, che continua a veleggiare a punteggio pieno, seppur dopo aver avuto la meglio su un Misterbianco, dimostratosi ancora una volta, poca cosa. Andiamo ai singoli match:
Igea Virtus – Misterbianco 3-0
La domanda è sempre la stessa: “L’Igea Virtus è uno squadrone, o sta semplicemente sfruttando il calendario?”. Di certo i giallorossi sono un buon complesso, ma il Misterbianco è davvero poca cosa. Gli innesti di fine mercato, sembravano aver portato qualcosa di buono, ma invece non è stato così. Per l’Igea un calendario decisamente agevole fino a qui, ma già ad Acireale, domenica prossima ci sarà da battagliare.
Siracusa – Modica 3-0
E finalmente arrivò il primo successo per gli aretusei, che battono agevolmente un Modica, poco incisivo. Per i siracusani due rigori a disposizione e Mascara che ritrova il gol con una doppietta, nel finale c’è gloria pure per Carbonaro, sempre su calcio di rigore. Per la squadra di Filicetti invece, c’è tanto da lavorare, dopo il successo a Messina, le prestazioni offerte sono state deludenti.
Scordia – Rosolini 2-1
Scordia ancora una volta in svantaggio ed ancora una volta in rimonta, ma a differenza di domenica scorsa, riesce a completare l’opera, sbarazzandosi così di un Rosolini ai domo, nonostante le prestazioni sin qui offerte, con conseguente ultimo posto in classifica, e difesa peggiore del campionato.
Vittoria – Giarre 3-2
Il match più pazzo di tutta la giornata, in cui è emersa la grande voglia del Vittoria di far bene e la scarsa propensione difensiva del Giarre. I gialloblu, seppur in vantaggio di due gol sui biancorossi, si fanno prima accorciare le distanze, quindi con un uomo in più per l’espulsione del vittoriese Privitera, permettono al Vittoria di rimontare e vincere questa strana partita.
Castelbuonese – Milazzo 0-1
Si arenano i sogni di gloria della matricola madonita, il Milazzo da squadra caparbia e ben messa qual è, riesce a sbancare Castelbuono, ottenendo un successo che vale oro. Per i palermitani, molta amarezza, ma anche la consapevolezza che pochi riusciranno a vincere a Castelbuono, mentre per il Milazzo, tutto prosegue a gonfie vele.
Taormina – Viagrande 0-1
E se fosse invece il Viagrande la vera sorpresa di questo torneo? I numeri al momento dicono questo, anche se gli avversari fin qui affrontati non sono di certo i migliori del lotto, però la certezza che quando c’è da essere concreti, i viagrandesi lo sono. Per il Taormina invece, c’è ancora tanto, ma davvero tanto da lavorare.
Città di Messina – Acireale 1-0
Un match dal livello così basso da aver annoiato chiunque, con due squadre mediocri, capace di esprimere un calcio assolutamente mediocre e deciso da quella, che ha saputo maggiormente sfruttare l’occasione avuta a disposizione. Insomma, di certo non è stato il match di cartello di questa giornata, ed i fatti lo hanno dimostrato.
San Pio X – Paternò 2-0
Una partita strana, dai due volti e decisa dagli episodi, che sono stati a favore dei biancorossi catanesi. Per il Paternò un primo tempo di grande livello, dove è mancato solo il gol, mentre nella ripresa il black-out, in cui la San Pio ha avuto il merito di trovare la marcatura in mischia e di raddoppiare nel momento di maggior pressione dei paternesi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...