Paternò- Vittoria 2-1. Una Vittoria contro il Vittoria con tante soddisfazioni.

La gioia dei paternesi a fine gara foto Anicito
( I giocatori del Paternò festeggiano a fine gara con i tifosi – © Foto Anicito – riproduzione riservata)

PATERNO’: Polessi, Musumeci (68’ Mirenna), Isaia, Lo Verde, Sangiorgio, Tornatore, Garrasi (46’ Calamato), Trotta, Opoku, Inserra (51’ Gatto). All.: Franco Pannitteri.
VITTORIA: Campo, Russo, Maimone, Di Mauro (58’ Patti), Di Rosa, Citronella, Fichera, Bevilacqua, Strano, Cocimano (76’ Iapichino), Privitera. All.: Giovanni Campanella.
ARBITRO: Marco Croce di Nocera Inferiore (SA). Assistenti: Cusumano – Chillemi (Barcellona P.G.).
RETI: 7’ Musumeci, 70’ Trotta, 81’ Strano.
NOTE: 650 spettatori presenti, tra cui 90 provenienti da Vittoria. Ammoniti: Sinatra, Polessi, Lo Verde, Inserra e Tornatore per il Paternò, Maimone e Bevilacqua per il Vittoria. Angoli: 15-4 per gli ospiti. Recuperi: pt 5’, st 5’.

PATERNO’ 30 novembre. Chi ha deciso oggi di restarsi comodamente nel divano o seduto a tavola, deve sapere che ha perso l’occasione di gustarsi una partita vera, uno spettacolo difficilmente ammirabile in queste categorie, in cui è emerso non solo il grande cuore del Paternò, ma anche la determinazione di chi non ha paura di nessuno, neanche di chi si presentava al “Falcone-Borsellino” con i galloni di prima della classe. Il Paternò ha vinto con grande merito, giocando una partita tatticamente perfetta, nonostante defezioni e squalificati, tanto da indurre Pannitteri ad inventarsi giocatori in altri ruoli. Ed ecco che fuoriesce il capolavoro tattico del mister, con l’arretramento di Sangiorgio sulla linea di difensori, insieme a Garrasi, Tornatore ed Isaia. I fatti, danno ragione al mister Pannitteri che imposta una gara di rimessa, e sfrutta adeguatamente i limiti del Vittoria, che tanto per inteso non ha certamente dimostrato di avere le qualità per occupare i piani alti della classifica. Campanella deve fare a meno di qualche assenza, ma in sostanza è la grande voglia del Paternò ad emergere, impeccabile nei momenti chiave del match. Andando alla cronaca, al 6’ gran tiro di Sinatra, il portiere respinge in corner, quindi al 7’ grande discesa di Trotta sulla sinistra, palla al centro per Opoku che fa velo, per l’accorrente Musumeci, che di piatto dentro insacca. Il Vittoria si riprende dalla botta, e reagisce con il migliore dei suoi: Fichera, che però spara il pallone alto sulla traversa. Al 17’ Trotta ci prova di punizione, la palla tocca il palo ed esce, facendo gridare al gol i presenti. Al 27’ Opoku in contropiede, la difesa lo contrasto, quindi è il turno di Sinatra, il quale si esibisce nel suo marchio di fabbrica, i dribbling, ma i difensori salvano in extremis. Al 33’ ancora Fichera si libera al tiro, ma l’ottimo centrocampista non inquadra la porta. Infine al 45’ Strano a pochi passi da Polessi, ma il portierone paternese devia in corner. Nella ripresa è ancora Fichera a provarci di testa, ma il suo tiro finisce alto, sia al 56’ che al 63’, ma è qui che il Paternò concretizza il raddoppio. Opoku conquista palla a centrocampo, parte in progressione, nel frattempo Trotta lo affianca, viene quindi servito, entra in area e con un tiro impeccabile, batte Campo. Lo stadio è in festa, il Paternò sfiora più volte il tris, ma Opoku è impreciso, ma la beffa è dietro l’angolo. All’81’ Mirenna perde tempo a rinviare la sfera, Fichera ne approfitta, palla al centro per Strano che in scivolata batte Polessi. Il Paternò tiene bene fino alla fine, quando al 94’ a pochi secondi dalla fine rischia tantissimo. Fichera prova la botta ravvicinata, Polessi respinge, la sfera arriva a Cocimano che prova la sforbiciata, ma sulla linea Tornatore riesce a spazzare salvando il risultato, ma il pari sarebbe stato immeritato per il Vittoria. Un successo dedicato alla presidente, Stefania Amato, oggi assente per motivi familiare, la quale per una volta non ha potuto assistere ad una squadra che ha giocato, così come piace a Lei, con grinta, determinazione e voglia di vincere!

(Nella sezione Gallery le foto del match – © Foto Salvatore Anicito – riproduzione riservata)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...