I giocatori del Paternò aggrediti nel sottopassaggio alla fine del primo tempo di un match quasi vinto!

A.S.D. PATERNO’ 1908

Comunicato Stampa

Paternò 22 marzo 2015 – Semplicemente scandaloso, definirlo in maniera diversa toglierebbe importanza all’episodio avvenuto questo pomeriggio a Vittoria, con i giocatori del Paternò, in vantaggio e sicuri di una salvezza quasi matematica, che vengono aggrediti e presi a calci nel sottopassaggio alla fine del primo tempo. Comportamento ignobile, quello dei giocatori del Vittoria, in particolar modo del numero 10 Vincenzo Esposito, che si è reso protagonista, insieme ai compagni dell’aggressione. Ma veniamo ai fatti: il match a Vittoria fila liscio come l’olio, il Paternò è in vantaggio per 1-0 con gol di Scariolo al 9’ e la squadra rossazzurra dimostra di poter gestire e controllare la partita senza problemi, il solo a sembrare poco tranquillo è il n.10 vittoriese, tale Vincenzo Esposito che oltre ad essere ammonito dall’arbitro, viene più volte redarguito dallo stesso. Finisce il primo tempo, le squadre attraversano il sottopassaggio, quando l’allenatore-giocatore del Vittoria Seby Catania dice qualcosa a Genoese, nel frattempo arriva Esposito che da dietro scaglia un pugno in direzione della nuca di Genoese. Tornatore accortosi dell’episodio, si gira a guardare, ma viene altresì spinto da Esposito giù dalle scale, perdendo l’equilibrio e cadendo giù per terra. A questo punto arrivano 5-6 giocatori del Vittoria, tra cui lo stesso Esposito, De Guido, Sgambato e Commendatore, che prendono letteralmente a calci e pugni Tornatore, colpendolo più volte alla testa, al costato e nella zona dorsale e sacrale della schiena. Lo stesso Esposito sferra un pugno al sessantasettenne aiuto Magazziniere Alfio Sinatra, quindi si dilegua. Da premettere che l’arbitro, signor Claudio Iapichino di Siracusa, ha davvero visto poco o nulla dell’episodio, mentre è il guardalinee Picciolo ad aver attentamente visto tutto. Tornatore è trasportato d’urgenza all’ospedale, stesso discorso per l’aiuto magazziniere, mentre l’arbitro senza aver capito l’entità dell’accaduto decide in un primo tempo di espellere 4 giocatori per parte, quindi dopo aver appurato, che la partita 7 contro 7 si sarebbe giocata lo stesso, decide di espellere ulteriori 3 giocatori per parte, ma di tutto ciò non si conosce la realtà di quanto scritto, dato che l’arbitro si rifiuta di consegnare le veline ai dirigenti delle due squadre. Il Paternò calcio è parte lesa in questa vicenda, i nostri giocatori sono stati aggrediti senza alcun motivo, il campo peraltro stava premiando i paternesi con il gol di Scariolo, per cui ci sentiamo penalizzati da questo provvedimento ed aggrediti dai giocatori del Vittoria, i quali soprattutto nei confronti di Vincenzo Tornatore hanno utilizzato una tecnica premeditata e che sconfina nell’illegalità. La società ASD PATERNO’ 1908 ha immediatamente sporto denuncia al locale Commissariato di Polizia di Vittoria, quindi continuerà in tutte le sedi legali e sportive a far valere le proprie ragioni, perché oggi a Vittoria non ci sono stati episodi di calcio, ma di violenza allo stato puro. Nel campo il Paternò ha vinto e con merito!

ufficiostampapaterno1908@gmail.com

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...